Etichettato: grease

Di come si può essere “pretty in pink”.

Il titolo richiama il film di formazione di ogni adolescente americana degli anni ’80, di quelli in cui alla protagonista bruttina – una tuttora sconosciuta Molly Ringwald – basta una piastra per capelli per diventare la più bella del ballo.

All’epoca Molly era il modello delle ragazze americane: compariva in più o meno tutti i film con triangoli amorosi tra gli immancabili armadietti delle high schools, faceva parte del cosiddetto brat pack e sembrava lanciata verso una carriera di quelle da stella di Hollywood.

Pretty in Pink

Pretty in Pink

Ma non tutto è bene quel che inizia bene, e la poverina è finita a fare la pseudocantante e a riciclarsi nei ruoli secondari di madre di teenager in telefilm della ABC Family.

In realtà nel film in questione, “Pretty in pink”, il pink fa riferimento al vestito di dubbio gusto e -sospetto- altamente infiammabile che la Nostra indossava al Prom, in attesa del principe azzurro.

Il pink in cui essere pretty a cui mi riferisco io è invece un’altro, e mi ossessiona a cicli regolari ogni volta che trovo nuove prove di questo inspiegabile fenomeno.

Le parrucche a caschetto ROSA. Continua a leggere