Etichettato: ricetta

Di come io faccio lo strudel

Strudel, in 10 mosse

Premessa per dovere di onestà: la stanza di casa che frequento meno è la cucina, quando vado al supermercato dopo dieci minuti mi vengono gli occhi rossi e voglio solo pagare e uscire e la mia dieta è molto ricca di sughi pronti, offerti pietosamente da mia nonna.

Però, però: sono ghiotta di dolci e da quando sto a Roma mi sono scoperta anche piuttosto campanilista, quindi inverno per me significa STRUDEL.

Lo strudel è un dolce tipico trentino a base – ohibò – di mele (Melinda), con cannella e uvetta, e coperto da un soave strato di zucchero a velo.

Chiunque legga e non lo abbia mai mangiato sicuramente non è tra i miei amici e stretti conoscenti, visto che portare strudel alle cene è uno dei miei sport preferiti, da quando ho affinato la nobile arte di prepararlo.

E qui torna utile la premessa iniziale: anche io – che ho doti più spiccate rispetto a quella culinaria – sono in grado di farlo e, siccome ho scoperto che molti credono sia di difficile preparazione, ho deciso di mettere a disposizione i miei segreti di cucina casalinga.

Prefazione: lo strudel è un dolce povero della cucina contadina, in ogni angolo del Trentino lo si fa in modo leggermente diverso. Questa è la preparazione che mi ha insegnato mia mamma, più qualche aggiunta mia per renderla più rapida. Ma vi assicuro che viene buono comunque, in meno di 15 minuti di preparazione per 25 di cottura. Continua a leggere